A Goffredo Iusi - San Fili by Pietro Perri

Vai ai contenuti

Menu principale:

A Goffredo Iusi

Personaggi ieri
di Pietro Perri

da "Pagine Sanfilesi" del mese di Aprile 1992
 
* * *
Troppe morti.
 
Sabato 4 Aprile è venuto a mancare alla comunità sanfilese il prof. Goffredo Iusi, storico, scrittore, Direttore didattico, indiscusso punto di riferimento per la ricerca e lo studio del nostro Comune: morte prematura, ed ancor più prematura è stata, nel febbraio scorso, quella del vice Sindaco, delegato alla cultura, già Segretario della DC sanfilese (con un ruolo di moderatore e propositore di una politica innovativa e operativa del nostro territorio), l'amico Francesco Gambaro.
Nel corso degli ultimi due anni siamo stati partecipi alla scomparsa del caro Francesco Cirillo (l'americano di San Fili, il "sanfilese nel mondo"), del prof. Dante De Lio (cui tanto deve la nostra squadra di calcio, e non solo quella), del prof. Benito Zuccarelli (qualcuno ricorda ancora il suo "Felum"), dei professori Ruffolo e Stillo, del prof. Francesco Cesario (autore del libro "San Fili nei tempi"), degli amici Tito Verbari e Salvatore Malfitano (membri tra l'altro del comitato feste religiose) e di decine di altri che pur non sempre costantemente presenti nella vita attiva del nostro paesino, comunque ne sono stati parte integrante ed almeno per un giorno ne sono stati i re incontrastati.
Uno dei lati positivi di San Fili è proprio questo: è impossibile sentirsi esclusi completamente, e tutti possiamo crearci senza troppe difficoltà il nostro spazio vitale naturale.
Tanti morti in così breve tempo, e quante e quali persone ha colpito la Dea dell'Ombra nel giro di neanche mille giorni: si è chiusa ai nostri occhi un'epoca e quasi quasi non ce n'eravamo neanche accorti.
Ognuno dei succitati lascia un vuoto incolmabile in ogni campo della nostra comunità (politico, culturale, sociale e via dicendo… nulla escluso). (…)
Quante morti: troppe morti per chi riconosceva in tutte queste persone dei veri maestri di vita. Gente che lottando ha sempre rifiutato compromessi e nel momento in cui non poteva fare altrimenti, comunque è stata in grado di salvare la propria dignità: gente di cui si ha sempre più bisogno e di cui spesso ci rendiamo conto, amaramente, che di questo stampo non ne nasceranno più.
Si è chiusa un'epoca, forse la più bella per la nostra comunità: San Fili, piangendo, ringrazia loro. 
San Fili anni settanta (1970-1980). Goffredo Iusi, a destra, intento ad ascoltare Adolfo Mauro nel suo tempio della cultura. Il circolo di cultura "E. Granata" di San Fili.
San Fili, località Crocetta anni ottanta (1980/1990). Goffredo Iusi, ultimo a destra. Al centro Alfredo Geri De Lio.
Torna ai contenuti | Torna al menu