A Luigi (Gigino) Piraino - San Fili by Pietro Perri

Vai ai contenuti

Menu principale:

A Luigi (Gigino) Piraino

Personaggi ieri
Quando parliamo di patrimonio fotografico messo a disposizione (lasciato in eredità, oseremmo dire) da qualcuno alla Comunità Sanfilese, non possiamo non pensare all’indimenticato Francesco (Ciccio) Cirillo.
Una cosa comunque è metterlo a disposizione tale patrimonio fotografico, un’altra l’averlo realizzato… con passione. Ecco che sorge spontanea una domanda: chi sono stati i pionieri della foto amatoriale sanfilese? … e qui diventa normale associare al già nominato Francesco (Ciccio) Cirillo altri nomi quali quello del professor Domenico De Franco, di Davide Gambaro e di Luigi (Gigino) Piraino.
E’ soprattutto grazie a questi “poeti dell’immagine” se oggi possiamo ammirare alcuni scorci del nostro amato odiato paesino… così com’erano nella prima metà del XX secolo.
In quest’occasione vogliamo ricordare in particolare il nostro compaesano Luigi (Gigino) Piraino… amico di cuore e compagno d’avventure di Francesco (Ciccio) Cirillo col quale, nel 1947, fondarono a San Fili un vero e proprio “studio fotografico amatoriale”, riuscendo anche a realizzare qualche colpaccio professionale come il servizio fotografico cosentino, nel 1950, a Miss Italia Anna Maria Bugliari.
* * *
Luigi (Gigino) Piraino nasce a San Fili il 16 maggio del 1925.
Gigino era conosciuto un po' da tutto il paese anche e soprattutto perché era figlio di una delle poche insegnanti dell'epoca: ‘donna Amalia Gentile’.
Gli insegnanti, così come gli studenti, erano veramente pochi in quegli anni. Proprio per questo motivo diversi di loro (tra cui i maestri Amalia Gentile, Giovanni Noto e Lucia Cesario) erano costretti ad insegnare nelle cosiddette aule pluriclasse.
Molti alunni tra l’altro lasciavano i banchi di scuola non appena raggiunta la III elementare.
Dopo aver conseguito il diploma magistrale, il nostro Luigi (Gigino) Piraino, a 18 anni entra da civile nell'Esercito e in breve assume l’incarico di responsabile del distretto militare di Cosenza e provincia.
Il suo ruolo consistette in particolare nel mettere a disposizione tutte le informazioni che potevano essere utili ai ragazzi chiamati al servizio di leva.
Molte generazioni di sanfilesi legheranno la propria esperienza militare al suo nome.
Gigino, come abbiamo detto, coltivò l'hobby della fotografia: passione che condivise con Ciccio Cirillo… amico di sempre e per sempre. Un’amicizia, quella con Ciccio, che lo vuole, agli albori degli anni Cinquanta, persino a Napoli ad accompagnare quest’ultimo all’imbarco per la sua avventura americana.
Amante del suo piccolo paese e dei suoi abitanti è stato, nel ricordo di quanti l’hanno conosciuto, sempre disponibile, nelle sue possibilità, con tutti.
Negli anni Settanta si trasferì con la famiglia a Cosenza, pur rimanendo profondamente legato al suo paese natio dove si è recato frequentemente.
Luigi (Gigino) Piraino è morto tragicamente, in un incidente stradale, nel 1992 proprio nel tratto di strada che collega San Fili con Cosenza.
A sinistra: Gigino Piraino e Ciccio Cirillo a Napoli nel Febbraio del 1951.
Torna ai contenuti | Torna al menu