L'autore - San Fili by Pietro Perri

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'autore

L'autore - Pietro Perri
Pietro Perri. Zona Airella. San Fili 1972 o giu' di lì!

Pietro Perri. Piazza San Giovanni. San Fili agosto 1991.
Foto Antonio Cavaliere.
Pietro Perri è nato il 29 giugno 1961 a Cosenza ma è sempre, o quasi, vissuto a San Fili, paese che l'ha ospitato fin dai primi giorni di vita.
Affascinato dal muoversi della propria penna sul foglio bianco, nel 1978, entrato in politica in qualità di Responsabile del locale Movimento Giovanile Socialista, riprende le pubblicazioni del "Sanfiliavanti".
Realizza la prima, e purtroppo unica, mostra filatelica sanfilese (ottobre 1988) nella saletta del locale Centro di Aggregazione Sociale, curandone per la stessa un opuscolo ad uso dei collezionisti.
Nel 1989 inizia a pubblicare sulla testata giornalistica "Il Gazzettino del Crati" di Santino Fasano e collabora contemporaneamente con il "Notiziario Sanfilese" di Ciccio Cirillo.
Nel 1990 da' vita al volantino a cadenza mensile "Pagine Sanfilesi", che si occupava di storia ed attualità paesana. Collaborerà per un certo periodo al giornale "Sanfilesi nel Mondo" di Peppino Fullone.
Nel 1994 inizierà a scrivere sul quindicinale "l'occhio" di Marisa Fallico, diventandone immediatamente l'opinionista della redazione sanfilese (redattrice la prof.ssa Maria Rosaria Oriolo sostituita nel 1996 dall'insegnante Franca Napolitano). L'anno successivo sarà designato corrispondente della testata giornalistica "il quotidiano" di Cosenza.
Nel 1996 pubblica la sua prima raccolta di poesie dal titolo "Elogio alla Morte" ed a settembre 1998 divulga, inedita, la sua seconda raccolta dal titolo "Solfeggi, ovvero, opinioni opinabili".
Nell'ottobre 1998 diventa il redattore sanfilese del quindicinale "l'occhio".
Nel 2006, ritornando al volantinaggio locale ed all'amore indiscutibile del proprio paese natale, come Presidente dell'Associazione culturale "Universitas Sancti Felicis" di San Fili da' vita al foglio (bollettino) a cadenza mensile "Notiziario Sanfilese".

Di lui hanno scritto:

"La prima pagina se la prende meritatamente il nostro corrispondente da San Fili, il coraggioso Pietro Perri, con un articolo (e non è il primo) che meriterebbe un giornale più diffuso del nostro, perché fosse più ampiamente conosciuto l'impegno e la preparazione del suo giovanissimo autore. Ma... siamo in Calabria (...) ove i giovani come Perri devono accontentarsi di "apparire" su fogli a modesta tiratura - come il nostro - che stentano anch'essi a decollare per i ristretti mezzi e per l'apatia (per non sospettare altro) delle locali "istituzioni": queste istituzioni (tutte maledette?) che poi spendono e spandono come vogliono, e finiscono... al mondo delle tangenti, del malaffare, e forse anche peggio.
Quando Perri scrisse l'articolo* (6 settembre, felice... anno corrente) non si erano ancora verificati gli arresti di Reggio Calabria e la richiesta di autorizzazione a procedere per ben TRE "Onorevoli" ed invece qualcosa era già successo, sulle coste tirreniche (e il nostro giornale se ne occupò, nel numero precedente, con un corsivo di prima pagina).
E' chiaro che l'articolo di Perri è incompleto sugli ultimi FATTI (ovvero: ARRESTI) calabresi su cui occorre una riflessione seria e approfondita (...).
Ma fin d'ora, possiamo gridare tutto lo sdegno, tutta la nostra delusione, tutta l'amarezza per gli abbondanti casi di corruzione che ci degradano, ci offendono, ed anzi ci insultano. Ora sappiamo perché in Calabria il decollo si è fermato".

Tratto dal "Gazzettino del Crati" anno XX n. 5 del 10.09.1992.
Santino Fasano (editore, scrittore, giornalista)
22-11-1933 / 05.03.1993.

"Diamo un bentornati agli amici della redazione di San Fili che, dopo una breve interruzione, riprendono la collaborazione con l'Occhio.
E' un ritorno che ci fa molto piacere anche perché S. Fili è stata, con Montalto, la prima redazione esterna del giornale. Gli amici di San Fili con entusiasmo hanno accettato, nell'ormai lontano 1994, di intraprendere questa avventura con noi. Poi, un momento di stanca, comprensibile, ma per fortuna superato. Crediamo che il contributo di San fili sia determinante per il nostro progetto di fare comunicazione nella fascia della Media Valle del Crati.
A coordinare la redazione una persona di grande sensibilità, di sagace ironia, che stimiamo molto e che siamo sicuri porterà avanti le problematiche di San Fili con impegno ed obiettività".

Tratto da "l'occhio" anno V numero 19 del 4.10.1998.
Marisa Fallico (giornalista)

Torna ai contenuti | Torna al menu